Servizi

In primo luogo i servizi devono essere visti come "opere-segno": segno per i poveri di un Dio che è amore, accoglienza e perdono; segno per i cristiani di come essere fedeli al Vangelo; segno per il mondo di cosa sta a cuore alla Chiesa.

I servizi devono garantire:

- la sintonia con l'evolversi dei bisogni e delle povertà;
- la ricerca di forme gestionali aggiornate, efficaci e partecipate;
- la verifica del valore di segno nel cambiamento socio-culturale;
- modalità dinamiche nel coinvolgimento comunitario;
- un sapiente uso delle risorse disponibili o attivabili;
- la formazione permanente degli operatori e volontari ed il sostegno costante delle loro motivazioni


Ascolto, informazione orientamento

La funzione di ascolto riveste un ruolo principale nel circuito dei Centri di Ascolto Caritas della diocesi: si tratta della gestione di uno spazio/tempo privilegiato in cui l’ospite viene aiutato a raccontare e a raccontarsi

Accoglienze

Il problema “casa” riguarda nel nostro territorio tipologie diverse di utenti con difficoltà di vario genere: da quelle di tipo economico a quelle di tipo educativo-relazionale 

Animazione

Attività volte a promuovere situazioni ed esperienze in cui far nascere e coltivare proficue relazioni sociali 

Centro di Spiritualità Buon Pastore

Il Centro di Spiritualità “Buon Pastore” in intesa con la Caritas diocesana offre alcuni “segni” per coltivare la spiritualità di comunione, per essere fedeli al disegno di Dio e per rispondere alle attese di chi opera in Caritas.