Verso... l'anno che ti cambia la vita!

E' uscito IL BANDO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE!

Sono 53.363 i posti disponibili per i giovani tra i 18 e 28 anni che vogliono diventare volontari di servizio civile. Fino al 28 settembre 2018 è possibile presentare domanda di partecipazione ad uno dei 5.408 progetti che si realizzeranno tra il 2018 e il 2019 su tutto il territorio nazionale e all’estero.

La Caritas di Forlì-Bertinoro ha presentato due progetti:

*  UNITI PER ASCOLTARE: Assistenza nel disagio adulto - Ascolto e servizi alla persona (in allegato i file descrittivi del progetto)
La sede di servizio è centro di ascolto Buon Pastore in via Via Fossato Vecchio 20 a Forlì. Per questo progetto sono disponibili 4 posti.

 

*  DIVENTIAMO GRANDI: Educazione e promozione culturale e Animazione culturale verso minori (in allegato i file descrittivi del progetto)

Le sedi di servizio sono la Parrocchia Regina Pacis, la parrocchia di Santa Rita, la parrocchia di Santa Caterina, la Caritas di Ravaldino, la Parrocchia di Santa Maria del fiore, la Parrocchia di Santa Maria in Borgo a Civitella la Parrocchia S.Antonio di Padova a Predappio e la Caritas parrocchiale San Pio X in Cà ossi e caritas diocesana forlì bertinoro/consulta pastorale giovanile

I progetti hanno una durata di 12 mesi per 30 ore settimanali su 5 giorni con un rimborso mensile di 433,80 euro.


Tutte le informazioni tecniche sul Bando sono disponibili sul sito del Servizio Civile Nazionale.

Le domande vanno presentate direttamente all’Ente proponente il progetto, in questo caso alla Caritas Diocesana di Forlì Bertinoro che propone il progetto. Possono essere presentate a mano entro le ore 18.00 del 28 settembre, oppure
possono essere inviate a mezzo posta con raccomandata A/R o con PEC (Posta Elettronica Certificata, intestata a chi presenta la domanda) all’indirizzo di Caritas Italiana: caritasitaliana@pec.chiesacattolica.it, tramite  la compilazione dell’Allegato 3, dell’Allegato 4  e dell’Allegato 5 (scaricali dal link in fondo alla pagina) entro le 23.59 del 28 settembre 2018.

Attenzione: Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle indicate non saranno prese in considerazione. In particolare, non saranno accolte le domande inviate via e-mail o via fax. Le domande inviate all’indirizzo PEC saranno accettate solo se provenienti da un indirizzo PEC intestato all’aspirante volontario. Si invita, infine, a verificare che la propria PEC sia abilitata all’invio nei confronti di soggetti privati e non solo nei confronti della Pubblica Amministrazione (come ad esempio nel caso di PEC con dominio .gov).

Possono presentare domanda coloro che si trovano in una delle seguenti condizioni:
  •  – cittadino italiano
  •  – cittadino degli altri paesi dell’Unione europea;
  •  – cittadino non comunitario regolarmente soggiornante in Italia.
Per partecipare al Bando occorre:
  1.  – aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni + 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  2.  – non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata;

Qualora si intenda partecipare alla riserva di posti destinata ai giovani FAMI, prevista per alcuni progetti da realizzarsi in Italia, occorre anche essere titolare di protezione internazionale (ossia rivestire lo status di rifugiato o essere titolare di protezione sussidiaria) o di protezione umanitaria; tali condizioni sono attestate dal permesso di soggiorno in formato elettronico rilasciato dalla Questura competente per territorio.

Insieme alla domanda bisogna presentare copia del documento di identità in corso di validità.

Non è possibile presentare domanda per più di un progetto, pena l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti a cui si riferisce il bando.

Non possono presentare domanda i giovani che:
a) abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituiscono cause ostative alla presentazione della domanda di servizio civile:

  1. - aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari;
  2.  - aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All.

Non possono partecipare alla selezione gli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia.

Per informazioni  contattare la segreteria caritas (Andrea Turchi: reperibile dalle 9 alle 13 dal lunedì al venerdì e il martedì  dalle 14.00 alle 18.00)  
Tel: 0543/30299
oppure scrivi a: serviziocivile@caritas-forli.it / segreteria@caritas-forli.it

Visita il sito dedicato per altri progetti: www.scelgoilserviziocivile.gov.it

IL VIDEO PREPARATO DAI NOSTRI RAGAZZI!