Il ghetto di Rignano - se questo è un uomo

Il ghetto di Rignano – se questo è un uomo

Ospite della recente settimana del buon vivere abbiamo intervistato Concetta Notarangelo che da anni, su progetto ‘Presidio’ di Caritas Italiana, opera nel ghetto di Rignano Garganico (FG), dove lo scorso marzo, durante uno sgombero forzato, si è sviluppato un incendio che ha causato la morte di due braccianti senegalesi. Ci racconta - come diretta testimone e con la passione di chi condivide le precarie condizioni di (non)vita dei lavoratori stagionali - l’origine di questi ghetti, molto diffusi nelle campagne del nostro sud, quasi paesi fantasmi, mondi paralleli dove si concentrano gli scarti umani - tutti lavoratori stranieri -  funzionali al nostro sistema produttivo agricolo.